Analisi critica dell’industria vitivinicola dell’Oltrepo


Con questo articolo voglio analizzare con dati certi e pubblici la situazione attuale dell’industria vitivinicola dell’Oltrepo Pavese, prendendo in considerazione la produzione ed il fatturato globale del settore e per media azienda.

Il settore vinicolo italiano ha prodotto oltre 45 milioni di ettolitri pari al 17% della produzione mondiale, per un fatturato complessivo di 13,5 miliardi di euro. Un primo dato, non esaustivo delle eccellenze e della variabilità del campione, è il valore del fatturato dell’Italia per litro: 13,5 mld €/45 mln di ettolitri = 300 €/hl, ovvero 3 € al litro.

Il solo Oltrepo produce 450.000 hl, rappresentando solo l’1% della produzione nazionale. Il fatturato medio (facciamo sì la “media del pollo” ma è comunque utile per fare conti alla mano) quindi, accettando la media nazionale di 3 €/l, è di 135 milioni di €. (Fonte: Siarl, dati al 2009).

Le aziende agricole dedite alla viticoltura nella Provincia di Pavia sono 3022 (Fonte: Siarl, dati al 2009) occupando una superficie di 11.089 ettari (Fonte: registro vigneti e Siarl, 2009). Le superfici e le produzione risultano in diminuzione rispetto al 2006; in particolare, sono scomparsi circa 800 ettari di vigneti e circa 100.000 hl di vino prodotto nel quinquennio. Da ciò, risulta che, mediamente, ogni azienda lavora circa 3,6 ettari di terreno: 11.089 ettari/3022 = 3,6 ettari (è un dato grezzo che considera sia l’agricoltore per hobby che lavora nei weekend pochi filari, sia le aziende modernamente strutturate volte all’imbottigliamento). Ne deriva che, sempre mediamente, il fatturato per azienda è di 44.280 € (135.000.000 €/3022 aziende registrate).

Destinazioni uva a D.O. – Vendemmia 2009 (kg)

Fonte: Elaborazione dati camerali IC-DEIS
Fonte: Elaborazione dati camerali IC-DEIS

Aggiungo che solo il 26% della produzione è vinificava in proprio (e quindi in proprio commercializzata), il 52% dalle cantine sociali, il resto sul mercato. Quindi solo il 26% del fatturato rimane integralmente ai produttori mentre il 74% si articola in diverse catene di valore (più o meno lunghe) con altri attori a dividersi gli stessi margini. Quindi i 44.000 € di fatturato, di cui sopra, sono ancora maggiormente spalmati fra gli attori della filiera.

Questi primi dati rappresentano solo una introduzione ai prossimi articoli incentrati sull’industria vitivinicola oltrepadana. I temi dei prossimi interventi saranno:

  • Dimensioni e costi dell’azienda viticola tipo;
  • Quali tipi di vino si producono e relative considerazioni tecniche;
  • Come si commercializza il prodotto finito e possibili aree di miglioramento;
  • Considerazioni finali.

Una prima riflessione e conclusione, seppur parziale, è d’obbligo: il vino dell’Oltrepo è prodotto da un numero decisamente elevato di aziende agricole che si dividono un fatturato abbastanza modesto. Per sapere come aumentare il fatturato e diminuire i costi del settore vi do appuntamento, quindi, nei prossimi giorni.

Claudio Nonna @ClaudioNonna

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. sul tema Vino Oltrepò volevo segnalare che oggi sul mio blog Lemillebolleblog oggi ho pubblicato un incontro con Abele Lanzanova, il bresciano “salvatore” dal fallimento dell’antica Cantina Sociale della Versa in Oltrepò Pavese: http://www.lemillebolleblog.it/2015/10/20/incontro-con-abele-lanzanova-il-bresciano-salvatore-della-cantina-sociale-di-la-versa/

    Mi piace

    1. thenoisefrompavia ha detto:

      Grazie per l’informazione!

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...