Pirolisi a Retorbido ecco perché si farà…


Cari amici di Noise from Pavia,

Da quando io e i miei amici abbiamo creato questo blog abbiamo combattuto quasi tutte le battaglie economiche della nostra Provincia.
Sono abbastanza certo che perderemo quella contro il progetto della pirolisi a Retorbido.
Vi ricordo che io ho già espresso tutti i dubbi sulla solidità patrimoniale e sulla compagine sociale della S.R.L. (articolo). Come pensa una Società con 100.000 € di capitale sociale trovare oltre 60.000.000 €? Un mistero.
Quali garanzie di competenza tecnica la compagine societaria composta da anonimi virgulti di famiglie bene e da marinai  (ogni riferimento alla Coppa America è puramente voluto) possa offrire è un mistero.
Eppure il percorso ad ostacoli per ottenere i permessi è sempre più in discesa
Giovedì 21 maggio il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha fatto tappa a Voghera anche per affrontare l’argomento (ed a dieci giorni dal voto amministrativo locale, ha fatto anche ben sperare…). Nella sua tappa al centro sportivo Dagradi ha spento molte speranze.
Dal Presidente Maroni sono giunti solo due sussulti:
A) che se per sbaglio i tecnici avessero concesso parere favorevole, lui avrebbe organizzato un referendum (sic!);
B) che mai avrebbe firmato il provvedimento attuativo.
Caro Presidente, ma ci faccia il piacere!
A) noi non nutriamo grande fiducia sui consulenti legali del suo partito (nei momenti di sconforto ne immaginiamo addirittura l’assenza…), ma devo dire che anche su quelli regionali cominciamo a nutrire gli stessi dubbi (o ad avere le stesse certezze). Signor Presidente, l’argomento in questione non può essere oggetto di referendum!
B) Signor Presidente, certo di farle cosa gradita, la informo che mai il provvedimento arriverà alla sua firma: la legge non la prevede proprio! Esso è un atto tecnico amministrativo e non politico pertanto sarà un tecnico regionale e mai lei a firmare i provvedimenti di autorizzazione.
Quindi, Signor Presidente, delle due l’una: o Lei è alquanto sprovveduto oppure ha menato il can per l’aia.
Cari Oltrepadani, mi sento preso in giro e stritolato in un meccanismo degno di Ionescu (il teatro dell’assurdo):
1) una Società che dovrebbe suscitare l’ilarità generale presenta una domanda;
2) i tecnici regionali che avrebbero dovuto rifiutarsi di esaminarla perché l’impianto non è previsto nella disciplina regionale dello smaltimento dei rifiuti, invece, la studiano;
3) il Presidente della Regione Lombardia sostiene che farà un referendum.
Temo che tra dieci anni avremo ancora la cava ex Valdata (con rifiuti da smaltire) e uno o due scheletri di stabilimenti per il cantiere abbandonato per carenza di risorse finanziare. In questo caso chi pagherà la bonifica?
Vi tranquillizzo amici di Noise from Pavia, lo stesso soggetto chiamato a rimediare alla Fibronit di Broni: Pantalone!
Grazie Presidente Maroni, a lei e al suo partito.
Claudio Nonna
@ClaudioNonna
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...