Lazzari stai sereno


Un argomento molto battuto durante l’ultima campagna dello schieramento capeggiato dall’attuale Sindaco Depaoli, è stato quello inerente alla viabilità. A distanza di poco più di due mesi dalla vittoria elettorale, non si sono fatti attendere, probabilmente spinti dalla frenesia di dare un riscontro a breve delle loro promesse elettorali, le proposte dell’Assessore alla Mobilità Davide Lazzari.

Tema caldo e strategico è quella Mobilità e delle pedonalizzazione del Centro Storico a Pavia come in tante altre città storiche italiane. In questa direzione l’Amministrazione Comunale nella figura dell’Assessore Lazzari ha pensato di rendere tout court Zona Traffico Limitato Corso Carlo Alberto, eliminandone i parcheggi (che verranno convogliati in via Defendente Sacchi), di pedonalizzare Piazza Cavagneria (che non sarà più raggiungibile in auto, quindi).

Non ci permettiamo di entrare nel merito di quelle che possono essere le competenze tecniche e le qualità intuitive dell’Assessore, ci limitiamo a mettere in evidenza alcuni punti che l’Amministrazione stessa ritiene fondamentali (almeno era così in campagna elettorale): il parere dei cittadini, il benessere degli stessi.

Durante la conferenza stampa, l’Assessore ha denunciato l’urgenza di snellire il traffico in Corso Carlo Alberto, decisione presa sulla base di un monitoraggio del traffico eseguito per ben due giorni (16 e 17 luglio) durante le ore di punta, che avrebbe riscontrato il transito di 2917 vetture che “quasi sempre le stesse – afferma Lazzari – girano in tondo solo per trovare parcheggio. Ecco perché abbiamo deciso di intervenire tempestivamente“.

E’ ovvio che bisogna applicare un po’ di metodo scientifico e… di buonsenso: non bastano due soli giorni di rilevamento, per giunta a metà luglio con la città già in buona parte in vacanza; quali altri parametri sono stati analizzati (magari non soffermarsi solo a contare il numero di auto, forse valutare i tempi di sosta medi, le variabili climatiche, di traffico, le ragioni dell’uso dell’auto con interviste agli utenti…). Non voglio dubitare dell’impegno dell’Assessore Lazzari ma qualche dubbio sulla sua competenza, onestamente, sorge…

20140730_111345 20140730_111349

Durante la quinta seduta di Consiglio Comunale a Palazzo Mezzabarba, la Consigliera di minoranza di Forza Italia Barbara Longo, ha sollevato una questione fondamentale che riguarda il mancato coinvolgimento nella discussione dell’iniziativa da parte del DUC (Distretto Urbano del Commercio) e dei cittadini. Le risposte dell’Assessore sono state alquanto evasive e insoddisfacenti, e comunque in totale contraddizione con quanto espresso in campagna elettorale, dove ‘partecipazione’ e ‘cittadino’ sembravano essere il leitmotiv. “Non ritengo che il DUC debba essere informato – ha sottolineato l’Assessore – il DUC deve essere coinvolto solo nell’organizzazione di eventi. Per il resto è solo una questione di tempo e di abitudine“.

Evidentemente i tanti impegni dell’Assessore Lazzari (oltre ad essere Assessore in Comune è anche Capo di Gabinetto in Amministrazione Provinciale) non hanno permesso di intavolare un confronto tra i Commercianti. “Da un punto di vista del lavoro siamo penalizzati – sono le preoccupazioni che arrivano dalla Libreria Universitaria CLU – il periodo scolastico per noi inizia già da quando finisce la scuola, perché c’è gente che ha già prenotato i libri. A settembre sarà un disastro perché la gente, si sa, vuole avere la comodità di arrivare in macchina ovunque”. Inoltre risulta che “Nessuno ci ha detto nulla, è stata una notizia che abbiamo appreso dai giornali, siamo stati messi di fronte al fatto compiuto”. Anche il locale ‘Pane e Salame’ è stato colto alla sprovvista “Non è stata una bella notizia, speriamo che non ci siano contraccolpi. Il fatto di non essere stati interpellati ci ha fatto rimanere male. Capiamo che l’Amministrazione abbia voglia di far vedere subito i cambiamenti, ma mi sembra più una trovata propagandistica che una scelta ben ponderata per il bene dei cittadini”. Dalla focacceria di fronte all’ingresso del Cortile Teresiano arrivano notizie ben più preoccupanti che risalgono alla campagna elettorale, durante la quale, i candidati di centrosinistra si sarebbero recati al negozio per chiedere cosa i cittadini volessero per il centro storico, e all’ipotesi di una limitazione del traffico in corso Carlo Alberto, la maggior parte si sarebbe espressa negativamente, “Io non la trovo una buona idea, non solo perché andrà a danneggiare i commercianti e l’economia, ma anche per i residenti e per chi parcheggia all’interno del cortile dell’Università”.

Certo in questo caso si può sopperire con permessi speciali a valanga, ma allora è lecito chiedersi che senso abbia questa cosa, senza contare che l’iniziativa prenderà il via dalla seconda decade di agosto, quando molta gente è in vacanza e al suo ritorno troverà la sorpresa?

Insomma, tanta confusione e pressapochismo rischiano di essere controproducenti per una tematica come quella della Mobilità che deve essere affrontata. Non si discute l’idea di un Centro Storico pedonabile o traffico limitato, si obbietta la fretta (sempre cattiva consigliera), lo scarso pragmatismo delle proposte (più slogan elettorali che soluzioni efficienti) e l’indelicatezza di non aver coinvolto Commercianti e rappresentanti dei cittadini residenti in una decisione così fondamentale per la loro vita quotidiana.

Il commercio per il Centro Storico è essenziale. La crisi economica che limita gli acquisti, a tutti quei cambiamenti socio-economici che portano a sviluppare e concentrare nuove aree del commercio lontani dal centro città, tutto questo dovrebbe spronare a cercare anche un compromesso tra tutte le parti. Commercio e Mobilità devono essere complementare e simbiotiche. Sembra che il comportamento poco “diplomatico” dell’Assessore Lazzari sia a dir poco pericoloso per la città.

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Stefano Sfondrini ha detto:

    “Perché la gente, si sa, vuole avere la comodità di arrivare in macchina ovunque”. E allora di cosa ci lamentiamo? http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/palermo/notizie/cronaca/2014/29-luglio-2014/macchina-fino-battigia-parcheggio-selvaggio-realmonte-223653984793.shtml

    Mi piace

  2. Paolo Micheli ha detto:

    Penso che il tema centrale dell’articolo non sia che si voglia parcheggiare necessariamente sempre davanti al negozio; ma solo il fatto che è perlomeno indelicato cambiare la viabilità e mobilità quando la maggioranza della cittadinanza è assente in vacanza ed impossibilitata di adeguarsi. Vorrei anche io un Centro Storico pedonabile e fruibile liberamente, ma dobbiamo anche renderci conto della realtà e delle strutture presenti, dell’urbanistica, vincoli, agibilità e fruibilità del Centro Storico stesso.
    Infine, penso sia corretto paragonare un comportamento incivile come quello riferito alla spiaggia di Realmonte con questa discussione sulla Mobilità. Nel primo caso si parla di inciviltà TOTALE della gente, chenon solo non vuole fare neanche cento metri a piedi immersi nella Natura e nella macchia Mediterranea, ma con vuole tutela re neppure il proprio territorio, casa propria.

    Mi piace

    1. Stefano Sfondrini ha detto:

      Penso invece che i due casi non siano poi così distanti. La maggioranza degli italiani vuole davvero arrivare ovunque con la propria auto, soprattutto per abitudine e per pigrizia. Non penso che gli stessi che a settembre vogliono arrivare davanti alla libreria in auto per ritirare i libri dei figli (che pessimo esempio!) si comportino diversamente in vacanza, e non è un caso che nelle località di villeggiatura – penso a un qualsiasi lungomare – non ci sia un solo posto a pagamento: è quello che chiedono i turisti, cioè poter arrivare a pochi metri dalla spiaggia in auto. Pazienza se poi tra un bagno e l’altro respirano i gas di scarico del traffico creato soprattutto da un’offerta spropositata di posti gratuiti.
      Tornando a corso Carlo Alberto, sarebbe interessante conoscere anche il parere di altri esercenti del corso.

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...