Lo scenario politico di Pavia e la sfida di Cattaneo


Le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale e l’elezione del Sindaco di Pavia saranno tra gli eventi politici clou di fine Maggio, in combine con le elezioni europee (22-25 Maggio, per la precisione). Sicuramente tra le date da segnare in blu sul calendario. Quale scenario politico si delinea per Pavia oggi? Sul circuito elettorale pavese al momento la pole position è saldamente occupata da Alessandro Cattaneo, sindaco uscente, emblema del ricambio generazionale in politica che tutti auspicano (e pochi attuano)  e recentemente premiato da un indagine pubblicata dal Sole 24 Ore come “Il sindaco più amato d’Italia”. Non sarà certo facile per i concorrenti sorpassarlo nella corsa per lo scranno più alto di Palazzo Mezzabarba. A sfidarlo ci sarà l’esponente del PD che uscirà vittorioso dalle primarie di Febbraio, i bookmakers ormai sono concordi sul nominativo di Massimo Depaoli, insegnante di lettere, laureato a Pavia e attivista ambientale prima con Legambiente e poi come rappresentante del Comune nell’Assemblea di Parco del Ticino, che cercherà con buona probabilità di innalzare la vela della sfida con il gonfalone del nuovo PD di Renzi e della ventata di rinnovamento e di aria fresca che sembra aver portato. L’obiettivo sarà di trasformare quest’aria fresca in un vortice di vento capace di sospingere la barca del partito democratico oltre il traguardo, più forte del “bolide” Cattaneo. Il M5S si presenta agguerrito, puntando le sue fiches sul candidato sindaco Giuseppe Polizzi, avvocato, assegnista di ricerca presso l’ateneo pavese e presidente dell’Arcigay Pavia, che conta oltre 1.500 iscritti. L’attivismo del M5S e la sua capacità di produrre una comunicazione innovativa, attenta e ficcante, rappresenteranno i punti di forza con cui il movimento condurrà la sua sfida. Una spina nel fianco e un osso duro che darà battaglia e che potrà forse ottenere un risultato anche oltre le aspettative, puntando tra l’altro sulla recente ondata di malcontento e insofferenza alla “vecchia” politica e alle “vecchie” sigle partitiche, nonché facendo leva sul generale sconforto e sentimento anti-euro. Il livello della sfida sembra essere quanto mai elevato. D’altronde la concorrenza al “candidato forte” Cattaneo può essere portata solo mettendo in campo le migliori risorse umane e comunicative, non necessariamente economiche. I concorrenti lo hanno capito bene e stanno mettendo a punto delle squadre avversarie di alto livello, ricche di competenze e curricula importanti e di comprovata capacità. A ciò va aggiunta la ricerca “strategica” di figure avulse e distanti dal canovaccio politico classico. Questo per cercare di cavalcare ancora di più l’ondata di malessere verso i “politici di professione” e i vecchi habitué delle “stanze dei bottoni”, Mezzabarba compreso.  Altri sfidanti all’orizzonte per ora non se ne vedono. Sembrano ancora ai box molti progetti di liste civiche, come quello di La Piazza e il Ponte, forse solo in stand-by in attesa del divenire o di confluire in qualche aggregato politico più ampio. Servono infatti cervelli fini ma anche forti muscoli per questa difficile sfida. Correre da soli, puntando tutto sull’iniziativa spontanea potrebbe essere suicida. Altri piccoli partiti si muovono, un po’ alla rinfusa, probabilmente spaesati e forse in cerca di un’identità, prima ancora di un largo consenso elettorale. Peccato, perché alle ultime elezioni politiche 2013 sullo scenario pavese si erano affacciate forze nuove, come ferventi innovatori armati della voglia di fare e anche influenti intellettuali animati da senso civico. Queste forze si presentavano con un bagaglio di idee e di persone di sicuro interesse, che forse andavano valorizzate diversamente, ma che oggi galleggiano nell’acquitrino della palude politica. Forse all’ultimo li ritroveremo, ma con quali numeri e aspettative? Forse faremmo prima a rivolgerci a “Chi l’ha visto?” perché se ne possa trovare traccia …

Cattaneo troverà sulla sua strada una strenua ed ostica concorrenza. D’altronde è anche suo merito quello di avere elevato il livello della sfida. Fosse stato un sindaco mediocre i concorrenti non avrebbero dovuto faticare così tanto e sforzarsi di mettere in campo il meglio che gli è consentito. Ma qual è la vera sfida di Cattaneo? Come tutti quelli che partono con i favori del pronostico anche per Cattaneo la vera sfida non è solo quella di vincere, raccogliendo o all’occorrenza rastrellando un po’ di voti (anche un solo in più dell’avversario!) per superare per primo la linea del traguardo. La vera sfida è di superarsi, come chiunque voglia essere effettivamente grande. Il sindaco pavese uscente dovrà dimostrare che oltre a lui, ”punta di diamante” o attaccante di sfondamento della sua compagine, ci sono altri giocatori di livello, “assist man” o “mastini del centrocampo”. Nella sua compagine dovrebbe pertanto fioccare figure di spessore, anche in larga parte nuove ma purché in possesso di un curriculum e di indiscutibili qualità etiche, da mettere al servizio dell’amministrazione della città. Un gruppo capace di rappresentare a dovere Pavia e la sua società, come il suo passato, le sue tradizioni, ma anche le problematiche odierne richiedono. I tratti sono quelli di persone preparate, acculturate, con esperienze professionali rilevanti e competenze che possano essere traslate in politica. Valorizzando così ancor di più l’impegno personale del candidato sindaco ed il suo vessillo meritocratico. Cattaneo non si può permettere di essere “predicatore nel deserto” e la qualità delle sua liste dovrà essere la priorità n.1 su cui sarà chiamato a lavorare a fondo. A quel punto la sfida sarà ancora più interessante, non solo per i concorrenti, ma per Pavia intera.

La Redazione di Noise From Pavia

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...